17. Juni 2015 · Kommentare deaktiviert für Ungarn: Mauer zu Serbien 4 m hoch, 175 km lang · Kategorien: Serbien, Ungarn

Quelle: Repubblica

Ungheria costruirà barriera al confine con Serbia per fermare migranti

Chiusura delle frontiere: il muro sarà alto 4 metri e lungo 175 chilometri. Il ministro degli Esteri: „I Paesi Ue cercano una soluzione ma noi non possiamo permetterci di aspettare ancora“

BUDAPEST – L’Ungheria costruirà una recinzione alta 4 metri lungo l’intero il confine con la Serbia per arginare il flusso di immigrati clandestini. Lo annuncia il ministro degli Esteri, Peter Szijjarto.

„L’immigrazione è uno dei problemi più gravi per l’Unione europea di oggi“, ha detto Szijjarto durante una conferenza stampa. „I paesi dell’Ue cercano una soluzione … ma l’Ungheria non può permettersi di aspettare più a lungo. Stiamo parlando di un tratto di confine lungo 175 km (110 miglia), la cui chiusura fisica potrà essere realizzata con una recinzione alta quattro metri. Il ministro dell’Interno ha ricevuto l’ordine di costruirla“.

La scorsa settimana il premier conservatore ungherese Viktor Orban aveva annunciato che avrebbe chiuso il confine per limitare l’accesso degli immigrati e dei richidenti asilo nel paese. Nel 2014 l’Ungheria ha accolto più rifugiati pro capite di qualsiasi altro paese Ue, Svezia esclusa: più di 43mila dai 2mila del 2012.

Ungheria costruirà barriera al confine con Serbia per fermare migranti

In rosso, il confine Ungheria-Serbia lungo il quale sorgerà il muro

„I lavori preparatori per la chiusura devono essere terminati entro mercoledì prossimo“, ha sottolineato il ministro degli Esteri, aggiungendo che „naturalmente informeremo i nostri colleghi serbi sui dettagli“ in una riunione prevista per il 1° luglio. Szijjarto ha aggiunto che la barriera non violerà alcun accordo internazionale, annunciando che il governo terrà incontri di alto livello con la Serbia per discutere il progetto. Secondo l’ufficio immigrazione ungherese, quest’anno circa 57mila persone sono entrate illegalmente nel Paese, poco più delle 43mila di tutto lo scorso anno. Tra loro molti afghani, siriani e pakistani. Più a sud, la Bulgaria ha già fatto qualcosa di analogo, costruendo una barriera lungo il confine con la Turchia, con lo stesso obiettivo. Il governo è stato più volte oggetto di polemiche, dentro e fuori il suo Paese, per l’approccio nei confronti dei migranti. Tra i vari motivi, la dichiarazione di Orban che ha definito i piani del blocco europeo per gestire i flussi „al confine con la follia“.

Kommentare geschlossen.